croce di montemurlo

Festa della Croce, storia cultura e tradizione di un popolo

by / 148 Visualizzazioni / 3 maggio 2016

Montemurlo si stringe attorno alla sua Croce nel giorno della sua festa, il 3 maggio è infatti la festa della Croce Patrono di Montemurlo, una piccola e preziosa croce di argento del 1300 custodita nella Pieve di San Giovanni alla Rocca.
La sera del 2 maggio con l’accensione all’imbrunire dei tradizionali falò la festa ha avuto inizio, la sera prima della festa infatti è tradizione che in onore della Santa Croce vengano accesi dei falò e dei ceri sui davanzali e i balconi nelle case, come gesto che simboleggia la luce di Cristo.
Nel pomeriggio del 3 maggio alle ore 16  da piazza Castello alla Rocca prende il via la solenne processione della Croce verso il luogo del ritrovamento, la storia infatti ci ricorda che fu trafugata e miracolosamente ritrovata nel quattordicesimo secolo e da allora ogni anno viene portata in processione dalla Chiesa della Rocca fino al luogo del ritrovamento al “tabernacolo del Campo Santo” nei pressi del ponte all’Agna.
Il racconto di questa vicenda è giunto sino a noi grazie ad una serie di affreschi visibili all’interno della Pieve che ne illustrano per immmagini le fasi salienti.
La nostra Misericordia partecipa sin dalla sua fondazione alla festa, portando la Croce a spalla durante la processione e riaccompagnandola in brigata vestiti con la tradizionale cappa nera  la sera della domenica successiva alla Chiesa della Rocca.
Domenica 8 maggio alle 18,00 al termine della processione nella Pieve di San Giovanni alla Rocca si terrà la S. Messa di chiusura della festa, celebrata dal parroco della Unità pastorale di Montemurlo e animata dal coro della Misericordia di Montemurlo.
Quest’anno alle celebrazioni religiose della festa della Croce si affiancherà la prima edizione della “Fiera di Montemurlo” promossa dalle associazioni Il Borgo della Rocca e Vab Montemurlo, con il patrocinio del Comune di Montemurlo.
La festa rievoca la fiera del bestiame, la cui prima edizione risale al giugno 1930, in occasione della giornata conclusiva della festa della Croce.
In serata alle ore 21 il Gruppo “Ballo spettacolo” proporrà lo spettacolo “Sì, viaggiare”, mentre alle 22,30 la festa si chiuderà con “La torre del castello in fiamme” a cura della Vab Montemurlo e Gruppo storico, rievocazione storica della presa del Castello da parte di Castruccio Castracani