MONTEMURLO NEWS

Meningite: vaccinazione gratuita per tutti i cittadini delle province di Firenze, Prato e Pistoia

by / 120 Visualizzazioni / 10 Febbraio 2016

Meningite: ecco le importanti novità dall’incontro Ministero-Regione

– Vaccinazione gratuita per tutti i cittadini di qualsiasi età che vivono nell’area della Asl Toscana Centro, corrispondente alle province di Firenze, Prato e Pistoia e i comuni del Valdarno Inferiore nella provincia di Pisa. Ticket ridotto per gli ultra45enni del resto della Toscana, via libera all’acquisto di nuovi vaccini;

– Ticket ridotto per i cittadini oltre i 45 anni che vivono nel resto della Toscana. Disponibilità di Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ad aiutare la Regione nel reperimento dei vaccini e nella negoziazione del prezzo. Uno studio condotto dall’Istituto Superiore di Sanità sulla durata della protezione vaccinale.

(I due provvedimenti saranno operativi dopo la delibera della prossima giunta regionale, in programma tra circa una settimana, e dopo la fase organizzativa che richiederà un’altra settimana. Dunque, si dovrebbe partire tra 2 settimane)

Un’unità di monitoraggio permanente composta da membri di Regione Toscana, Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, per valutare sotto il profilo epidemiologico quello che sta accadendo in Toscana, e soprattutto in una parte della regione, a proposito della diffusione del meningococco C.
Sono queste le azioni concordate martedì 9 nel corso dell’incontro che si è tenuto al Ministero della Salute tra il ministro Beatrice Lorenzin, l’assessore regionale al diritto alla salute della Toscana Stefania Saccardi, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi, il direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero Ranieri Guerra, e il direttore generale di Aifa Luca Pani; all’incontro era presente anche il parlamentare Federico Gelli. “Voglio ringraziare il Ministro Lorenzin per la sua disponibilità – ha detto l’assessore Saccardi – Mi auguro che le iniziative che metteremo in campo dopo questo incontro possano servire a capire qualcosa di più sulla diffusione del meningococco C in Toscana, e ad arrestare il diffondersi del batterio nella nostra regione”.

Vaccinare tutti nelle tre province (e mezzo) più colpite potrebbe portare ad effettuare fino a un milione di vaccini con un costo che potrebbe arrivare a circa 30 milioni di euro.

I casi aggiornati ad oggi

Ad oggi sono 12 i casi di meningite che si sono verificati in Toscana nel 2016: 10 da meningococco C, 1 da meningococco B, 1 W. Nel 2015 si sono registrati 38 casi: 31 ceppo C, 5 ceppo B, 1 ceppo W, 1 non tipizzato. Le morti dall’inizio del 2015 sono 9: 8 riconducibili al gruppo C, 1 al gruppo B.

Al 31 gennaio 2016 (l’aggiornamento dei dati è mensile), dall’inizio della campagna straordinaria risultano vaccinate in Toscana 258.562 persone: 139.372 nella fascia di età 11-20, 119.190 nella fascia 20-45. I pediatri che hanno aderito alla campagna sono il 72,8%, i medici di famiglia il 58,2%.

Fonte: Il Tirreno